Caricamento Eventi
02 Nov 2017

Moostroo at Circolino Live

MOOSTROO
La prima volta al Circolino
La prima volta in acustico

MOOSTROO
La prima volta al Circolino
La prima volta in acustico

Il MOOSTROO nasce nel 2012, da tre ex componenti della patchanka band bergamasca Jabberwocky: Dulco Mazzoleni (voce e chitarra), Francesco Pontiggia (basso) e Igor Malvestiti (batteria).
Da subito il “Mostruosus trio” comincia a lavorare su una manciata di brani scritti nei cinque-sei anni precedenti, a cui se ne aggiungono di nuovi.
La svolta giunge quando Dulco introduce l’elettrificazione distorta della propria chitarra classica, mentre Franz si affida a un basso a due corde con bottleneck e Igor riduce il set di batteria.
Il suono che ne viene fuori è grezzo e poderoso senza diventare muscolare e grottesco. I concerti arrivano subito e con essi anche un primo ep a nome Dulco Klo Charm.
Il cambio di nome coincide con la lavorazione del primo vero disco, dal titolo omonimo, coprodotto insieme a Stefano Gipponi de Le Capre A Sonagli e in uscita a marzo 2014.
Post-punk, cantautorato intimista e nomade, tensioni funk sono gli ingredienti di un songwriting ironico e beffardo che non disdegna di fare a botte con temi molto seri.
“MOOSTROO” viene ben accolto dagli addetti ai lavori e dal pubblico, anche grazie ai singoli “Silvano pistola”, “Valzerino di provincia” e “Umore nero” (in versione acustica), tutti presentati tramite videoclip.
Il disco riceve i favori di XL Repubblica (che lo presenta in anteprima streaming) e delle principali testate web e cartacee, mentre i brani dei MOOSTROO cominciano anche a diffondersi nell’etere radiofonico.
Segue un tour di 67 date, mentre si cominciano a gettare le basi del nuovo lavoro.
“Musica per adulti” esce a novembre 2016 per hashtag.
E’ il disco del MOOSTROO che ama e odia, un disco sull’amore per nove brani inediti fra cui il singolo “Meteora” più la versione acustica di “Umore nero”, una manciata di canzoni che testimoniano un suono ancora più abrasivo e in tensione, il classico lavoro della maturità (vedi il titolo), per quanto possa maturare una bestia.
Ospiti Giuseppe Falco (Le Capre a Sonagli), Luca Barachetti (Bancale, Barachetti / Ruggeri) Leonardo Gatti al violoncello.
Dopo l’uscita del disco il trio parte per un nuovo tour di concerti.

Categoria Circolino Live
Tags